header

Newsletter del 20/03/2019

Carissime/i
"Sulla presenza dei casalesi vent'anni di silenzio". "Basta con l'indifferenza, siamo tutti colpevoli perché tutti sapevamo ciò che accadeva da anni in questo territorio", queste testimonianze dei cittadini riassumono bene il clima e l'importanza dell'assemblea che il gruppo PD della Commissione Antimafia (oltre a me erano presenti Franco Mirabelli, Teresa Bellanova, Laura Garavini e Walter Verini) ha promosso lunedì pomeriggio a Eraclea, nell'ambito della missione organizzata a Venezia.
Un momento di confronto con la cittadinanza, il mondo delle categorie economiche, dell'associazionismo e del sindacato dopo l'inchiesta che ha delineato un quadro davvero inquietante e allarmante, che dimostra come anche il Veneto sia un territorio ormai pervaso dalle organizzazioni criminali, dove il rapporto tra Mafie, Affari e Politica è una realtà con la quale siamo costretti a fare i conti.
Non possiamo chiudere gli occhi, il silenzio, il negazionismo, tanto evocati dal Vicesindaco di Eraclea e dalla Lega, fanno il gioco della mafia. Sono stati gli stessi abitanti a dirlo con coraggio a voce alta durante l'incontro pubblico.

L'assemblea nell'aula consiliare di Eraclea è stata la conclusione della missione iniziata al mattino con gli incontri con il il Prefetto Vittorio Zappalorto e il Procuratore Distrettuale Antimafia Bruno Cherchi, che hanno confermato la gravità del fenomeno della presenza delle mafie, e in particolare come la 'ndrangheta e la camorra siano profondamente radicate in Veneto. Il bilancio è davvero sconvolgente: più di cento arresti in un mese, tre inchieste che coinvolgono tutta la Regione.

Ma le mafie non si sconfiggono solamente grazie al prezioso lavoro della magistratura e delle forze dell'ordine, è indispensabile un impegno trasversale nella società che coinvolga tutti per costruire una rete, una collaborazione tra tutte le tante forze sane che agiscono nel territorio. E' questo l'unico modo per favorire un confronto franco e trasparente volto in primo luogo a realizzare un'attività di prevenzione e informazione tra cittadini, con l'obiettivo di promuovere la cultura della legalità.
In questo senso credo sia importante non solo rilanciare l'osservatorio sulle mafie con un occhio particolare sul litorale veneziano, ma costituire una vera e propria Commissione Antimafia nell'ambito del Consiglio Regionale.

> Guarda il video

> Leggi la rassegna stampa
> Guarda i due servizi del TGR Veneto: QUI e QUI
> Il servizio di Rete Veneta

54375826_356965234909562_819100419975282688_n
sdr
#fridaysforfuture. E' stata una bella ventata di aria fresca la manifestazione di venerdì 15 marzo che ha coinvolto migliaia di giovani di tutto il mondo.
Anche a Venezia i ragazzi hanno risposto alla mobilitazione promossa da Greta
contro l'immobilismo dei governi nei confronti della crisi climatica che stiamo vivendo. Non possiamo voltarci dall'altra parte, i cambiamenti climatici rappresentano la prima emergenza che i grandi del mondo devono affrontare.

I cambiamenti climatici sono un problema con grandi ricadute sul territorio, sulla biodiversità e anche sul sociale e sull’economia. Devono quindi divenire un punto fondamentale per ogni agenda politica nazionale e locale. Da tempo vediamo moltiplicarsi in tutto il mondo eventi metereologici estremi, basti pensare all'alluvione che ha colpito le montagne venete qualche mese fa, la siccità dei fiumi o l'acqua alta straordinaria a Venezia, che rappresentano uno degli effetti più evidenti del riscaldamento globale e dell'innalzamento del livello dei mari. "Siamo sull'orlo di una crisi climatica globale", come ha affermato anche il Presidente della Repubblica Sergio Mattarella, in visita nei giorni scorsi nelle zone colpite dal maltempo nel bellunese.


Non possiamo più rimandare le decisioni, anche per questo ho inserito nella mia proposta di Legge Speciale depositata alla Camera la creazione a Venezia di un Centro d'eccellenza internazionale per lo Studio dei Cambiamenti Climatici.
Quale città se non Venezia è il luogo dove iniziare una battaglia su questi temi?
IMG_20190315_100418
Un'altra bella, partecipata e significativa manifestazione Porto Aperto, con tantissime persone a sfilare per Venezia per condividere l'idea di un Paese più umano e solidale, attento all'ambiente e ai più deboli.
54727732_356133214992764_8008343612930654208_n
53402094_2344350709168405_477888323692527616_n

APPUNTAMENTI

Lunedì 25 marzo - ore 10.00 - Municipio di Mestre
La VII Commissione consiliare finalmente discute la mia proposta di Regolamento per i Beni Comuni, uno strumento innovativo per il governo delle città, che consentirà di avviare un rapporto virtuoso tra amministrazione e cittadini, per recuperare alla città spazi aperti e avviare percorsi di rigenerazione urbana.
L'idea di predisporre un Regolamento per i Beni Comuni nasce dall'esigenza da parte dei cittadini di utilizzare, gestire e prendersi cura di spazi pubblici abbandonati e in disuso, per farli tornare a vivere e renderli più sicuri.

> Ecco la proposta di Regolamento
Locandina Incontro 30 marzo_def1
custom custom custom custom 
Copyright © 2019 On. Nicola Pellicani. Tutti i diritti riservati