_MG_2374 1 bbHo 54 anni, vivo in città da sempre. Sono giornalista del Gruppo Editoriale L’Espresso, capocronista de La Nuova Venezia e corrispondente da Venezia de La Repubblica.  La professione di giornalista mi ha permesso di conoscere a fondo la città, di cui seguo da vicino le vicende da 25 anni. Dal 2007 sono il segretario della Fondazione Gianni Pellicani, una fondazione culturale che si occupa delle città contemporanea e della storia politica e sociale di Venezia. Sono anche ideatore e promotore del Festival della Politica, una manifestazione che ogni anno raccoglie a Mestre i principali protagonisti della vita culturale e scientifica italiana.

In meno di dieci anni, sotto la mia direzione, la Fondazione Pellicani ha prodotto decine di studi e incontri pubblici, divenendo un punto di riferimento nel dibattito cittadino. Ho strutturato la Fondazione come un laboratorio di idee aperto, in cui tante intelligenze del nostro territorio si sono incrociate con lo scopo di costruire visioni e proposte per il futuro della nostra città. Abbiamo affrontato problemi strategici come la riconversione verde di Porto Marghera e il riordino delle aree e delle funzioni tra Tessera e Fusina. Ci siamo occupati del tema della rivitalizzazione di Mestre, elaborando strategie per la rigenerazione edilizia ed il potenziamento della cultura e del commercio. A lungo abbiamo indagato il ruolo che potrebbe avere l’associazionismo nel ridisegno delle politiche del welfare veneziano.

Una mole di lavoro che è stata trasformata in un vero e proprio osservatorio dal quale è nato uno studio sulla Città Metropolitana che individua una griglia interpretativa della nostra città seguendo le indicazioni dell’Unione Europea e indica strategie e azioni precise su alcuni punti dirimenti, a partire dal rilancio economico di questa grande area urbana.

Creando il Festival della Politica ho cercato di dare un contributo concreto ad un percorso di rinascita culturale di Mestre, portando nelle sue piazze tante cittadine e tanti cittadini (più di trentamila nel 2014) per parlare dei grandi temi della politica e dell’attualità.

Non sono iscritto ad alcun partito. La mia prima esperienza di politica attiva risale a pochi mesi fa, con la mia partecipazione alle Primarie del Centrosinistra per il sindaco di Venezia.  Candidato al Consiglio Comunale di Venezia come capolista della Lista Civica di Felice Casson, con quasi 890 preferenze sono il risultato il candidato consigliere più votato della coalizione di centrosinistra.

Nicola Pellicani