22/04/2020 –

Giornata Mondiale della Terra. L’emergenza Coronavirus ci ha colti impreparati e ha messo a nudo tutte le fragilità, anche sotto il profilo sanitario, cui ci espone la globalizzazione e la necessità di un governo globale dei fenomeni.
Sta succedendo la stessa cosa per l’ambiente, non dimentichiamo gli effetti devastanti che stanno provocando l’effetto serra, l’inquinamento, la deforestazione e l’uso intensivo delle risorse naturali, e gli appelli inascoltati delle Conferenze sul Clima.L’arrivo del virus maledetto ha oscurato tutto il resto. Ma l’emergenza ambientale rischia di provocare danni altrettanto pesanti. Ricordate? Dobbiamo fare i conti con lo scioglimento dei ghiacciai, la devastazione delle foreste in Amazzonia e degli incendi che hanno colpito l’Australia. A Venezia sono ancora vive le drammatiche giornate di novembre, in cui l’acqua alta ha raggiunto livelli mai toccati negli ultimi cinquant’anni. Provocando paura, causando danni, e mettendo in ginocchio le attività economiche, poi il virus ha fatto il resto.
L’emergenza ambiente, il fenomeno dei cambiamenti climatici va governato a livello globale. Difendiamo il pianeta. Non è più il tempo delle promesse, realizziamo subito il Green Deal Europeo, con misure concrete.
Creiamo subito a Venezia il Centro Internazionale sui Cambiamenti Climatici, già istituito per legge, su mia iniziativa, nell’ultima Legge di Bilancio. (Per maggiori informazioni qui: http://nicolapellicani.it/il-centro-internazionale-di-studi-sui-cambiamenti-climatici/)

Questo sito utilizza cookie, in alcuni casi anche di terze parti. Per maggiori informazioni visita la nostra Privacy Policy. Chiudendo questo banner, scrollando questa pagina, cliccando un link o comunque continuando a navigare questo sito, presti il consenso all'utilizzo dei cookie.